Daniele Capra (n. 1976) è critico d’arte e curatore indipendente.

Ha curato oltre un centinaio di mostre in Italia, Francia, Repubblica Ceca, Belgio, Austria, Croazia, Albania, Germania ed Israele. Ha collaborato con istituzioni quali MART di Rovereto, MoMAD Museum of Modern Art di Dubrovnik (HR), Villa Manin a Codroipo, Reggia di Caserta, CAMeC della Spezia, Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone, MMSU Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Rijeka (HR), Museo Bernareggi di Bergamo, Galleria d’Arte Moderna di Genova, Coneculta del Chiapas (MX), Casa Cavazzini Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Udine, la Galleria Nazionale di Tirana (AL), la Fondazione Dena di Parigi (F), il Museo di Arte Moderna Ca’ Pesaro a Venezia, la Galleria Civica di Trento, il Comune di Milano, il Museo Janco Dada di Ein Hod – Haifa (IL), il Tina-B Contemporary Art Festival di Praga (CZ), il Museo di Zoologia ed Anatomia Comparata di Bologna e Dolomiti Contemporanee.
Ha tenuto lezioni sull’arte contemporanea alla Wizo NB School of Design di Haifa, all’Accademia di Belle Arti di Venezia e di Verona. È stato curatore del Premio Onufri presso la Galleria Nazionale di Tirana, del Premio Trieste Contemporanea nel 2008, 2009, 2013 e 2017. È membro del comitato scientifico di Rave Residency.

Ha scritto oltre trecento articoli su riviste e quotidiani. Collabora con Il Manifesto, Artribune e i quotidiani del Gruppo Espresso.
Vive di corsa, con il portatile sempre acceso e pile di libri che attendono di essere letti.

Testi
I saggi realizzati per le mostre, i cataloghi e le riviste
qui

Articoli
Gli articoli più recenti pubblicati su
Il Manifesto
Artribune
Exibart