Four Directions
Nemanja Cvijanović, Ivan Grubanov, Patrizia Posillipo, Sasha Vinci

Caserta (I), aA29
December 2017 ― March 2018

Four Directions

Daniele Capra


Four Directions raccoglie le opere di quattro autori il cui lavoro ha una stretta attinenza agli aspetti politici del fare arte, in particolare rispetto alle categorie della storia, dell’antropologia, dell’ambiente, della partecipazione e della critica sociale. Ciascun artista, cui è affidata una stanza all’interno degli spazi della galleria, evidenzia agli occhi dello spettatore una particolare sensibilità capace di delineare un universo espressivo personale. La mostra è congegnata infatti in maniera tale che il visitatore possa percepire quattro universi in una condizione non dissimile da quella di un cammino intrapreso verso quattro strade che portano in differenti direzioni.

Le opere di Nemanja Cvijanović, sovente ironiche, nascono dalla consapevolezza della condizione di sottomissione umana e democratica cui ci ha piegati il capitalismo più estremo e dal tentativo di raccontare la possibiltà di una piccola utopia, di suggerire una possibilità di insubordinazione verso il sistema che è spesso a portata di mano.

La ricerca di Ivan Grubanov mette a confronto la storia, i suoi simboli ed i suoi vessilli, con la circostanza problematica del nostro presente. In particolare Grubanov analizza e problematizza la nostra condizione argomentando come le narrazioni main stream siano incomplete, inautentiche o completamente fasulle.

Le fotografie di Patrizia Posillipo propongono delle dettagliate analisi sociali ed antropologiche degli spazi urbani, delle persone, ma anche del corpo e delle modalità di vita degli esseri umani. Con una forte carica poetica, i suoi scatti raccontano i lati più nascosti e più intimi di un mondo verso cui non prestiamo attenzione.

La pratica artistica di Sasha Vinci, che spazia dal disegno alla scultura, dalla fotografia alla performance, si sviluppa sovente a partire dagli eventi della storia recente e della cronaca. Le sue opere sono caratterizzate da una sensibilità verso i temi sociali ed ambientali, di cui l’artista amplifica le problematicità e gli elementi più critici.


Four Directions

Daniele Capra


Four Directions collects the works of four artists whose researches are closely committed with the political aspects of doing art, particularly with regards to the categories of history, anthropology, the environment, participation and social criticism. Each artist, who will occupy a room at the gallery, shows to the spectator a particular sensibility constituting a personal expressive world. The exhibition is designed in such a way that the visitor can perceive four different universes as if s/he were undertaking a route leading to four directions.

Nemanja Cvijanović’s often ironic works, arise from the awareness of the human and democratic condition of submission to which the most extreme capitalism has bowed us. Moreover his works express the possibility of a small utopia, the suggestion of an attempt of rebellion against the system that is often within our reach.

Ivan Grubanov‘s research compares history, its symbols and its ensigns, with the problematic events of our present. In particular, Grubanov analyses and problematises our condition by arguing that mainstream narratives are incomplete, not genuine or completely fake.

Patrizia Posillipo‘s photographs propose a detailed social and anthropological analysis of urban spaces, people, but also of the body and of the different ways if life. Her images reveal with a strong poetic attitude the hidden and intimate side of a world that we usually do not consider.

Sasha Vinci’s artistic practice ranges from drawing to sculpture, from photography to performance. His oeuvre often unfolds taking events of recent history and the news as points of departure. Vinci’s works are characterised by a particular sensitivity towards social and environmental issues, of which the artist amplifies the most problematic and most critical elements.